Messaggio ufficiale per la

Giornata Mondiale della Danza

29 Aprile 2014

 

 

Credo in una danza,

madre, onnipresente

rivelatrice del cielo e della terra,

di tutte le cose visibili e invisibili:

 

Luce del corpo,

vera danza di vere anime,

generata, non creata,

sempre presente,

dal quale tutte le cose sono trasfigurate.

 

Che per noi uomini e la nostra salvezza,

discese dal cielo

prima di tutti i mondi

e si è incarnata nel corpo dei mortali

e li ha resi umani.

 

E fu crocifissa durante la società dei consumi,

soffrì e fu sepolta

ma risorge ancora in luoghi isolati

dove non esistono scritture.

 

E torna di nuovo con gloria

ad animare i vivi e i morti:

il cui regno non avrà fine.

 

Credo in una sola danza sacra,

signora, datrice di vita,

che procede da comunità indipendenti

che parla con la carne degli esseri umani,

invece che dei profeti.

 

Riconosco che costituisce un battesimo

per la remissione dei peccati e delle afflizioni

la risurrezione di arti morti,

e la vita del mondo che verrà.

 

 

 

Alkis Raftis

Presidente del Consiglio Internazionale della Danza CID

UNESCO, Parigi